Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Uganda, la sorprendente Perla d'Africa e l'etnìa Karamojong ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 3 dicembre 2012 • Categoria: Uganda


Sentiamo, spesso, parlare dell'Uganda in modo negativo, un paese associato a Idi Amin Dada (passato alla storia per l'essere stato un dittatore spietato e crudele) all'Aids, al guerrigliero e criminale ugandese Joseph Kony, ai bambini soldato...

Dimentichiamo che l'Uganda conosciuta in tutto il mondo come la perla dell'Africa , è un paese di una bellezza tale da togliere il fiato... qui alcune foto di un Uganda che raramente ci fanno vedere... e le foto, nonchè la storia, di un popolo sempre più dedito alla pastorizia, un'etnìa  che vive in Karamoja, la regione ugandese meno sviluppata socialmente ed economicamente, nel nord est dell’Uganda: sono i  Karamojong o Karimojong.

Kazinga Channel Queen Elizabeth National Park



La lingua dei  Karamojong fa parte del gruppo nilo-sahariano ed è strettamente collegata a quelle dei turkana (Kenya), dei teso (Kenya e Uganda), e dei toposa (Sudan). Hanno, inoltre, molti tratti culturali in comune con i pokot, etnia divisa tra Uganda e Kenya, con cui confinano e condividono parte del territorio. I karimojong fanno parte dei popoli nilotici che, verso il XVI secolo, hanno lasciato, la valle del Nilo nel Sudan attuale, loro area di origine.

Stando alla tradizione orale, il gruppo di clan che si era diretto verso l’attuale regione del Turkana (Kenya) avrebbe combattuto un’epica battaglia. I perdenti vennero cacciati e si sparsero in varie direzioni. Sebbene non esistano prove storiche, è ragionevole pensare che la migrazione dalla valle del Nilo abbia portato a frizioni tra i vari gruppi e quindi anche a scontri armati per il controllo del territorio.


Kisiizi Falls Rukungiri District

D’altro canto, le tradizioni masai e pokot riportano fatti simili ed individuano, all’inizio del XVII secolo, il momento del distacco definitivo dei vari gruppi.

Popolo transumante o semi-nomade, vive soprattutto grazie alla pastorizia.  Mentre l’abitazione del clan rimane fissa, i pastori seguono le greggi in cerca di pascoli e costruiscono campi provvisori. Viste le condizioni semi-desertiche di gran parte della regione, devono spesso cercare pascoli ai limiti del loro territorio e si scontrano con altri popoli pastori che vivono lo stesso sistema.

I karimojong sono al centro di polemiche a causa della loro inclinazione alle razzie di bestiame. Spesso sono in contrasto con le popolazioni vicine ma praticano le razzìe anche in altri villaggi karimojong.

Le razzìe sono di solito organizzate per ricostituirsi le mandrie dopo periodi di crisi, per avere animali da sacrificare durante i riti di iniziazione o per pagare la dote (bride prize) in vista del matrimonio.

Il problema delle razzìe si è acuito durante il periodo di guerra civile che ha tenuto in scacco quasi tutto il territorio ugandese negli ultimi due decenni.


Link: wikipedia
Foto: Nord Uganda

14431 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA