Viaggiare: lo spazio di una vacanza

Scopriamo le bellezze di Marsa Alam

Scritto da Anna C. • Martedì, 4 agosto 2015 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

La città egiziana di Marsa Alam è situata sulla costa ovest del Mar Rosso e fino a qualche anno fa è stata un piccolo villaggio di pescatori. Oggi è divenuta meta di rilevanza turistica per la sua meravigliosa barriera corallina che non è vicina alla costa ed è ancora completamente intatta, in quanto non aggredita dal turismo di massa.

Marsa Alam si trova proprio a ridosso del Tropico del Cancro ed è caratterizzata da barriere di coralli, pesci variopinti e ripide pareti a picco nel blu. Alle spalle il deserto, silenzioso e affascinante, con tanta storia da raccontare. Insomma un luogo da sogno, a 4 ore di aereo dall’Italia con partenze da Milano e Roma, perfetto per vivere una vacanza immersi in un paradiso ancora selvaggio.

L’aeroporto internazionale di Marsa Alam è stato inaugurato nel 2003 e ha reso questa località facile da raggiungere. Un petroliere del Quatar si innamorò della costa e decise di crearvi un aeroporto e diversi villaggi. La maggior parte dei villaggi si trova a pochi km dall’aeroporto e il transfer aeroporto-villaggio è economico e costa poco. Uno di questi villaggi è il Gorgonia Beach Resort, una struttura ricettiva che può ospitare fino a 700 turisti, situato in una cornice paesaggistica di grande bellezza all’interno del Parco naturale marino protetto Wadi el Gimal.

I mille colori del Mar Rosso si infrangono sulla spiaggia di sabbia fine e incontrano i colori del deserto, lasciando un ricordo incancellabile in ogni viaggiatore. Un soggiorno presso il Gorgonia Beach Resort sarà un’esperienza unica che sarà in grado di farvi dimenticare la quotidianità per farvi abbandonare alle emozioni di questo posto magico.

Il mare di Marsa Alam vi farà scoprire un mondo sottomarino incantevole, dove la barriera corallina renderà indimenticabili le vostre immersioni. Marsa Alam è il paradiso di ogni sub e ha veramente tantissime specie di pesci: tartarughe, coralli duri e molli, mante, murene e tanto altro ancora. Potrete fare il bagno con compagni d’eccezione come i dugonghi o i delfini.

Vi ritroverete immersi tra creature marine dai mille colori con un comportamento ancora molto istintivo in quanto non abituate alla presenza dell’uomo.

Un sogno della natura dove le montagne e il deserto sfumano dolcemente verso un litorale mozzafiato. Una delle località turistiche adorate dagli italiani grazie a luoghi e paesaggi che non finiscono mai di emozionare.

Marsa Alam significa scorci sorprendenti e atmosfere magiche. Verrete rapiti dalle infinite tonalità delle sue acque verde smeraldo e dalle forme irreali dei fondali.


>>Continua a leggere "Scopriamo le bellezze di Marsa Alam"

4879 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Scopriamo le bellezze di Marsa Alam

Scritto da Anna C. • Martedì, 4 agosto 2015 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

La città egiziana di Marsa Alam è situata sulla costa ovest del Mar Rosso e fino a qualche anno fa è stata un piccolo villaggio di pescatori. Oggi è divenuta meta di rilevanza turistica per la sua meravigliosa barriera corallina che non è vicina alla costa ed è ancora completamente intatta, in quanto non aggredita dal turismo di massa.

Marsa Alam si trova proprio a ridosso del Tropico del Cancro ed è caratterizzata da barriere di coralli, pesci variopinti e ripide pareti a picco nel blu. Alle spalle il deserto, silenzioso e affascinante, con tanta storia da raccontare. Insomma un luogo da sogno, a 4 ore di aereo dall’Italia con partenze da Milano e Roma, perfetto per vivere una vacanza immersi in un paradiso ancora selvaggio.

L’aeroporto internazionale di Marsa Alam è stato inaugurato nel 2003 e ha reso questa località facile da raggiungere. Un petroliere del Quatar si innamorò della costa e decise di crearvi un aeroporto e diversi villaggi. La maggior parte dei villaggi si trova a pochi km dall’aeroporto e il transfer aeroporto-villaggio è economico e costa poco. Uno di questi villaggi è il Gorgonia Beach Resort, una struttura ricettiva che può ospitare fino a 700 turisti, situato in una cornice paesaggistica di grande bellezza all’interno del Parco naturale marino protetto Wadi el Gimal.

I mille colori del Mar Rosso si infrangono sulla spiaggia di sabbia fine e incontrano i colori del deserto, lasciando un ricordo incancellabile in ogni viaggiatore. Un soggiorno presso il Gorgonia Beach Resort sarà un’esperienza unica che sarà in grado di farvi dimenticare la quotidianità per farvi abbandonare alle emozioni di questo posto magico.

Il mare di Marsa Alam vi farà scoprire un mondo sottomarino incantevole, dove la barriera corallina renderà indimenticabili le vostre immersioni. Marsa Alam è il paradiso di ogni sub e ha veramente tantissime specie di pesci: tartarughe, coralli duri e molli, mante, murene e tanto altro ancora. Potrete fare il bagno con compagni d’eccezione come i dugonghi o i delfini.

Vi ritroverete immersi tra creature marine dai mille colori con un comportamento ancora molto istintivo in quanto non abituate alla presenza dell’uomo.

Un sogno della natura dove le montagne e il deserto sfumano dolcemente verso un litorale mozzafiato. Una delle località turistiche adorate dagli italiani grazie a luoghi e paesaggi che non finiscono mai di emozionare.

Marsa Alam significa scorci sorprendenti e atmosfere magiche. Verrete rapiti dalle infinite tonalità delle sue acque verde smeraldo e dalle forme irreali dei fondali.


>>Continua a leggere "Scopriamo le bellezze di Marsa Alam"

2938 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Offerte Marsa Alam, per vivere una vacanza indimenticabile

Scritto da Anna C. • Giovedì, 9 ottobre 2014 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

Marsa Alam è una delle località turistiche più visitate al mondo, grazie alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche, alle spiagge con sabbia finissima, un mare cristallino e una barriera corallina incontaminata.

Situata sulla costa orientale dell’Egitto, Marsa Alam è divenuta meta turistica a partire dai primi anni duemila, grazie a un processo di trasformazione dell’area, alla costruzione dell’Aeroporto Internazionale aperto nel 2003 e alla costruzione di numerosi villaggi turistici, resort e hotel di lusso. E pensare che fino a pochi anni fa Marsa Alam era un villaggio di poche migliaia di anime, per lo più pescatori, pastori e minatori impiegati nelle miniere d’oro e di pietre preziose della zona.

Famosa per la natura incontaminata e per le acque pulite del Mar Rosso, che attraggono ogni anno migliaia di appassionati di diving e kitesurf, Marsa Alam offre il meglio che il settore ricettivo turistico possa offrire. Strutture all’avanguardia, come il Gorgonia Beach Resort, con tutti i confort “occidentali”, attrezzate con ristoranti, spa, aree fitness, piscine e molto altro. Anche se destinato a un'utenza con elevata capacità di spesa, sul web è possibile approfittare di numerose offerte, sconti e last minute che possono attrarre anche il turista meno abbiente.

Cosa fare a Marsa Alam

Marsa Alam non è solo mare e tintarella, anzi.  Presso gli hotel, i resort e i tour operator è possibile approfittare di pacchetti completi, offerte e visite guidate di vario genere, capaci di accontentare ogni esigenza e gusto.

Se siete amanti del mare e delle immersioni, Marsa Alam è il posto perfetto per voi. Le aree destinate alle attività di diving, con la presenza di sub professionisti, sono molte. Una è Shaab Sataya, chiamata anche Dolphin Reef, situata a largo di Marsa Alam, sulla punta sud-orientale dell'area per immersioni Fury Shoal. Raggiungibile in barca, questa laguna caratterizzata da una forma che ricorda quella di un ferro di cavallo prende il nome dai delfini che è possibile avvistare nella zona. Oltre ai delfini, è facile imbattersi anche in squali alalunga, pesci fucilieri, ballerine spagnole e pesci pappagallo. Per gli amanti del wall diving, perfetta è la laguna di Elphinstone, dove è possibile ammirare una barriera corallina lunga 300 metri e profonda oltre 100 metri. Questa laguna è popolata da diverse specie marine, come i barracuda, i pesci angelo, le cernie e le murene, ma è possibile imbattersi anche in squali alalunga, squali grigi di scogliera, e pesci martello. Le immersioni in quest’area è destinata agli esperti di diving, perché le correnti possono essere molto forti e sono pericolose per i neofiti. Un must do nella vostra vacanza a Marsa Alam è organizzare una breve escursione in barca nella laguna sabbiosa a mezzaluna di Marsa Abu Dabbab, perfetta per immersioni per i meno esperti, che qui potranno incontrare delfini, dugonghi e tartarughe. Infine, la grotta di St John, una zona in cui fenditure superficiali si aprono in piccole caverne, uno spettacolo che non dimenticherete facilmente. L’area di St John è così ricca di bellezze da visitare che il programma di solito prevede il pernottamento in loco di due giorni, duranti i quali fare immersioni di giorno e suggestive escursioni notturne.



>>Continua a leggere "Offerte Marsa Alam, per vivere una vacanza indimenticabile"

4452 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Zimbabwe selvaggio, un "cantuccio" africano meraviglioso!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 22 aprile 2013 • Commenti 1 • Categoria: Zimbabwe

Un paese con un fascino indescrivibile… 

Stretto tra Zambia, Mozambico, Sudafrica e Botswana, lo Zimbabwe (ex Rhodesia) non ha sbocchi al mare ed è attraversato dal fiume Zambesi che da vita alle spettacolari Cascate Vittoria.

Cascate Vittoria viste da National Geographic

Il clima è tipicamente tropicale con due stagioni distinte: quella secca da aprile a ottobre e l'altra piovosa tra novembre e marzo. Più del 10% della superficie è  occupata da 11 parchi nazionali, tra cui l’Hwange National Park,  il Matobo National Park, Mavuradonha e Mana Pools National Park.

Sono i paradisi selvaggi del paese africano, da scoprire anche in campeggio di notte, non dimentichiamo che i migliori servizi fotografici del National Geographic hanno per soggetto i paesaggi dello Zimbabwe.

Le famosissime Cascate Vittoria, la natura selvaggia ed incontaminata, ricca di flora e fauna, tra le più rinomate dell'Africa, per varietà e rarità delle specie protette, il centro dinamico di Harare ...

La storia e la cultura, le rovine medievali di Great Zimbabwe, il sito archeologico da cui prende il nome. Gli studi archeologici hanno dimostrato che Great Zimbabwe era un centro religioso e una capitale amministrativa di grande importanza.

Dzimba Dzembabwe, le case di pietra a forma di torri cilindriche, erano abitate da una società di 2.000 persone che parlavano lo Shona e che fra il XII e il XV secolo avevano accumulato ingenti ricchezze.
Il complesso archeologico si estende su 270 ettari e bisogna assolutamente dedicarvi una giornata per apprezzarne la vastità. 

Gli Ndebele e gli Shona sono le due etnie principali dello Zimbabwe, i primi, grazie al forte senso di identità sociale ed al valore attribuito ai legami di parentela, sono riusciti a mantenere le proprie tradizioni…

Ed a proposito di Ndebele…


>>Continua a leggere "Zimbabwe selvaggio, un "cantuccio" africano meraviglioso!"

7700 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Uganda, la sorprendente Perla d'Africa e l'etnìa Karamojong ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 3 dicembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Uganda

Sentiamo, spesso, parlare dell'Uganda in modo negativo, un paese associato a Idi Amin Dada (passato alla storia per l'essere stato un dittatore spietato e crudele) all'Aids, al guerrigliero e criminale ugandese Joseph Kony, ai bambini soldato...

Dimentichiamo che l'Uganda conosciuta in tutto il mondo come la perla dell'Africa , è un paese di una bellezza tale da togliere il fiato... qui alcune foto di un Uganda che raramente ci fanno vedere... e le foto, nonchè la storia, di un popolo sempre più dedito alla pastorizia, un'etnìa  che vive in Karamoja, la regione ugandese meno sviluppata socialmente ed economicamente, nel nord est dell’Uganda: sono i  Karamojong o Karimojong.

Kazinga Channel Queen Elizabeth National Park




La lingua dei  Karamojong fa parte del gruppo nilo-sahariano ed è strettamente collegata a quelle dei turkana (Kenya), dei teso (Kenya e Uganda), e dei toposa (Sudan). Hanno, inoltre, molti tratti culturali in comune con i pokot, etnia divisa tra Uganda e Kenya, con cui confinano e condividono parte del territorio. I karimojong fanno parte dei popoli nilotici che, verso il XVI secolo, hanno lasciato, la valle del Nilo nel Sudan attuale, loro area di origine.

Stando alla tradizione orale, il gruppo di clan che si era diretto verso l’attuale regione del Turkana (Kenya) avrebbe combattuto un’epica battaglia. I perdenti vennero cacciati e si sparsero in varie direzioni. Sebbene non esistano prove storiche, è ragionevole pensare che la migrazione dalla valle del Nilo abbia portato a frizioni tra i vari gruppi e quindi anche a scontri armati per il controllo del territorio.


>>Continua a leggere "Uganda, la sorprendente Perla d'Africa e l'etnìa Karamojong ..."

14338 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Egitto: il turismo presto ai livelli record pre-rivoluzione

Scritto da Apcom • Giovedì, 3 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Egitto
La ripresa attesa per questa estate

Il turismo in Egitto dovrebbe ritornare già questa estate ai livelli record raggiunti nel 2010 dopo il brusco calo subito dopo la rivoluzione che ha rovesciato il presidente Hosni Mubarak nel 2011. E' quanto ha dichiarato il ministro del Turismo egiziano Munir Fakhry Abdel Nur.

"Il numero delle prenotazioni di voli da parte delle agenzie turistiche supera quello dell'estate del 2010 e questo significa senza dubbio che il numero di turisti quest'anno potrebbe raggiungere i livelli record registrati allora, ovvero circa 13 milioni di persone", ha dichiarato Munir Fakhry Abdel Nur.


>>Continua a leggere "Egitto: il turismo presto ai livelli record pre-rivoluzione"

4829 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spariti nel nulla più di 3.000 profughi e rifugiati eritrei in mano ai trafficanti di organi ... fermiamo lo scempio!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Domenica, 8 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Eritrea

Quando si può si parte ... qualunque destinazione, a nostro gusto, accessibile alle nostre tasche ... ma ogni paese può essere catalizzatore di diverse piaghe ... 


Nell’indifferenza della maggior parte dei media, da oltre un anno tra Sudan, Eritrea ed Egitto, si consuma il calvario di centinaia di uomini e donne: sono profughi e rifugiati, per la maggior parte Eritrei, che scappano dal loro paese alla ricerca di un futuro migliore, ma che finiscono per diventare merce di scambio tra militari, predoni e trafficanti di esseri umani. Ad occuparsi della loro sorte ora interviene anche l’ONU.

Don Mussie Zerai è un sacerdote eritreo, Presidente dell’associazione Habeshia per la Cooperazione allo Sviluppo, tra i primi a denunciare lo spietato crimine che avviene sulla pelle dei profughi.

Intervistato da Radio Vaticana il sacerdote ha riportato: “si sta consumando veramente una strage: non solo ci sono rapimenti, ma anche la sofferenza di queste persone rapite, perché abbiamo dimostrato che c’è il vergognoso traffico di organi umani: spesso la gente viene fatta a pezzi per essere venduta.

Dalle statistiche e nelle ricerche che abbiamo fatto tra il 2009 e il 2011 risulta che sono sparite nel nulla più di tremila persone. I rapitori chiedono fino a trentamila o quarantamila dollari a persona per il rilascio, in caso contrario si vendono i loro organi”.


>>Continua a leggere "Spariti nel nulla più di 3.000 profughi e rifugiati eritrei in mano ai trafficanti di organi ... fermiamo lo scempio!"

11872 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Dancalia in Etiopia: i colori di un piacevole inferno ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Sabato, 7 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Etiopia

C'è una zona del mondo costellata da vulcani attivi, come l'Ertà Ale ... si trova in Etiopia, nella Rift Valley!

in cima al vulcano Ertà Ale  


foto di Fidenzio Zerbini

Il territorio dellEtiopia è unico, con una superficie di 1.128.221 km quadrati, come la Francia e la Spagna messe assieme... la natura, qui, è incredibilmente straripante!

E' un tripudio di ambienti geologici, naturalistici, storici e microclimi innumerevoli, con un altopiano  diviso nel mezzo dalla famosa Rift Valley che a nord scende nella Depressione della Dancalia ed a sud forma molti laghi.

Un viaggio in Dancalia non è una normale vacanza, ma una vera e propria spedizione in uno dei deserti più estremi del pianeta, all'interno di una profonda depressione che raggiunge, nei punti più bassi, i 120 metri sotto il livello del mare.

Caratterizzata dalla presenza di alcuni vulcani attivi, nonchè da una immensa crosta composta da diversi tipi di sali spessa fino a 3.000 metri!

La Dancalia presenta delle temperature medie tra le più alte al mondo, offre paesaggi assolutamente unici ...

Il suo aspetto è quasi lunare con colori che rendono il deserto di sale completamente surreale.

L'intera area è formata da gas, vapore acqueo e sali minerali gialli che assumono, con l’evaporazione, anche il colore verde.

Una sorta di paradiso per gli occhi ...

Anche se negli ultimi anni i tours in Dancalia sono aumentati di popolarità, non bisogna dimenticare che un viaggio in questa regione necessita di una logistica impressionante, sia a causa dell'isolamento e sia a causa delle terribili condizioni ambientali, che richiedono anche un grande spirito di adattamento da parte del visitatore.

Si raccomanda, pertanto, di intraprendere un viaggio in Dancalia solo se fortemente motivati e se pronti ed abituati ad un certo genere di vacanze...



>>Continua a leggere "Dancalia in Etiopia: i colori di un piacevole inferno ... "

8038 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Moto Raid nel Deserto Egiziano con Avventure nel Mondo ... on the road again!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 11 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Egitto

MOTO CLUB "AVVENTURE NEL MONDO"  ritorna, anche quest'anno,  nel deserto egiziano con moto a nolo ...  per tutti gli appassionati di motociclismo ecco i programmi di Viaggi nel Mondo, modificati ed arricchiti  rispetto all’anno scorso.

"Quest’anno sembra che l’Egitto resti il solo deserto disponibile per gli amanti del Sahara, essendo l'unico che, dopo tutti i problemi nel mondo arabo, e' ancora facilmente accessibile.

L'anno scorso i nostri partecipanti sono tutti ritornati affascinati dall'ambiente e dal deserto, forse il meno conosciuto di tutto il Sahara, eppure uno dei piu' belli in assoluto!

La serie di partenze  dal 14 ottobre 2011 a fine aprile 2012 saranno programmate sulla scia dell’esperienza della stagione 2010-11, risultata un gran bel successo! Tutti i partecipanti, infatti, sono rimasti affascinati dal deserto egiziano e dal Great Sand Sea.



>>Continua a leggere "Moto Raid nel Deserto Egiziano con Avventure nel Mondo ... on the road again!"

5998 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Un lembo di paradiso nelle isole di Capo Verde!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Mercoledì, 10 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Capo Verde

Ancora una volta in Africa, più precisamente  a 500 km dal Senegal, nell’Africa Occidentale, in un arcipelago composto da 10 isole di origine vulcanica e 5 isole minori Capo Verde!

Deserti e valli verdissime, spiagge bianche incontaminate, fanno di questa destinazione un vero e proprio lembo di paradiso!

Il mare, il sole, il clima secco e caldo ma soprattutto la tranquillità  renderanno la nostra vacanza memorabile.

E’ una delle mete preferite durante i nostri inverni, anche se i mesi migliori sembrerebbero essere aprile e maggio, mesi in cui vi sono scarse precipitazioni e la temperatura si aggira attorno ai 26°.

Isola di Sal



>>Continua a leggere "Un lembo di paradiso nelle isole di Capo Verde!"

13281 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Senegal è Teranga ... ma anche oasi verde ed incontaminata, in nome dell'ecoturismo e del turismo responsabile!

Scritto da Francesca Romana Alegi • Lunedì, 8 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Senegal

www.terangatour.com


Teranga non si traduce con la semplice parola "ospitalità", ma esprime molto, ma molto di più! Accoglienza, rispetto, attenzione, gentilezza, allegria ed il piacere di ricevere un ospite nella propria casa!

In Senegal lo straniero accolto in casa è coccolato e vezzeggiato, per lui vengono cucinati i piatti migliori, con gli ingredienti più ricercati ...  

Questo splendido angolo d'Africa occidentale è una terra ricca di bellezze naturali, con storia, tradizioni e popoli capaci di suscitare emozioni intense! Offre, inoltre, occasioni di viaggi responsabili, per tutti i gusti!

Il  turismo responsabile significa, più che mai, vivere un'esperienza lontana dai clamori del turismo classico, capace di restituirci il sapore del viaggio autentico, quello che si trasforma in esperienza di vita e che arricchisce tanto chi viaggia quanto chi ospita.

Viaggiare in modo sostenibile, visitando parchi naturali, scoprendo come vive la gente in Africa, è una delle possibilità offerte dalla ONG CTA volontari per lo sviluppo sostenibile.

Scegliere questo tipo di viaggio, invece di uno con una agenzia viaggi standard, significa aiutare concretamente le popolazioni locali che, oltre a svolgere la funzione di custodi della natura in cui abitano, ne diventano anche testimoni e mediatori culturali.

Chi è interessato allo scambio ed alla conoscenza interculturale con persone ed associazioni, può vivere esperienze di turismo comunitario, ospite presso famiglie con le quali fare amicizia e condividere aspetti della vita quotidiana.

Chi è amante della natura non sarà deluso dalle diverse proposte di ecoturismo … a tutt’oggi, infatti, questa terra è ancora in parte inesplorata per la maggior parte dei turisti italiani: parchi nazionali ed oasi protette, gite in piroga, birdwatching e relax sulle bianche spiagge affacciate sull'oceano.

Chi vuole approfondire tradizioni culturali potrà incontrare abili artigiani, partecipare a spettacoli di percussioni e danza, laboratori di tintura dei batik. Da non perdere il Festival internazionale del folklore e percussioni di Louga, alla fine di dicembre.

Tra i tanti itinerari alla scoperta del Senegal ce n’è uno tutto  "in verde", a nord di Dakar, quasi al confine con la Mauritania:  il Parco Nazionale degli uccelli di Djoudj, considerato il 3° parco ornitologico al mondo!

In inverno accoglie la nidificazione di 3 milioni di uccelli migratori (oltre 300 differenti specie) e la sua visita è un’indimenticabile esperienza, a contatto con la  meravigliosa natura senegalese: sarà uno spettacolo emozionante vedere fenicotteri rosa, pellicani, aironi, cormorani, ibis e spatole che si alzano in volo ad oscurare il sole man mano che la nostra piroga si avvicina scivolando dolcemente tra la vegetazione acquatica...

Ai bordi del parco sono disseminati i villaggi di comunità ricche di tradizioni culturali, come quelli delle etnie maure, wolof e peul. Saranno proprio loro ad accompagnarci alla scoperta del parco, ospitandoci nei bungalow che gestiscono in prima persona, tramite una rete di cooperative.


>>Continua a leggere "Il Senegal è Teranga ... ma anche oasi verde ed incontaminata, in nome dell'ecoturismo e del turismo responsabile!"

8004 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tsarabanjina in Madagascar: un'isola privata per il nostro relax ...

Scritto da Francesca Romana Alegi • Giovedì, 14 luglio 2011 • Commenti 4 • Categoria: Madagascar

E’ tempo di vacanze , per cui la carrellata di posti di mare belli deve continuare … questa volta  la località scelta per voi è Tsarabanjina!

Questa piccola isola è collocata nelle acque occidentali dell’arcipelago Mitsio, in Madagascar.





>>Continua a leggere "Tsarabanjina in Madagascar: un'isola privata per il nostro relax ..."

10179 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!